L’aeroporto di Bari Karol Wojtyla Palese è uno dei principali scali aerei italiani, nonché il più importante della regione Puglia. L’aeroporto di Bari nacque ufficialmente nel 1934, quando venne inaugurato per assolvere soprattutto compiti militari. Realizzato nella periferia settentrionale del capoluogo regionale, a metà strada fra il quartiere di Macchie e la frazione di Palese, fu voluto dal principe Umberto di Savoia in persona, allo scopo di migliorare la gestione delle attività militari svolte nello spazio aereo circostante. Verso la fine dello stesso anno, lo scalo venne aperto anche ai voli dell’aviazione civile, con le società SAM (“Società Aerea Mediterranea”) e Transadriatica, che per prime istituirono i collegamenti con Ancora, Roma, Venezia e, di lì a poco, anche con la capitale albanese Tirana. Tali collegamenti dopo pochi anni vennero rilevati in blocco dal vettore Ala Littoria, società controllata dallo Stato italiano e fiera di poter impiegare soltanto aerei italiani. Tuttavia, dopo qualche tempo, tutte e tre le linee italiane vennero soppresse a causa del traffico troppo esiguo e dei costi che superavano di gran lunga i profitti. Nel 1939 l’aeroporto riuscì a riottenere la concessione d’uso da parte della compagnia di bandiera Ala Littoria che doveva collegare Milano e Roma con Salonicco, Tirana, Rodi e Atene, via Bari. I nuovi aeromobili, tuttavia, erano di dimensioni maggiori rispetto a quelli impiegati fino a qualche anno prima, pertanto fu necessario un rapido adeguamento della pista principale. La nuova linea Milano-Bari-Tirana durò appena due anni, finché non venne soppressa per mancanza di traffico e per fare economia sui costi del carburante, che proprio in quel periodo registrarono un netto aumento. Finita la seconda guerra mondiale, l’aeroporto di Bari prese poco per volta a riaprire al traffico civile. Nel 1947 le “Linee Aeree Italiane” (LAI) decisero di realizzare la nuova linea che collegava Roma a Brindisi via Bari. A partire dal boom economico degli anni ’50, tutti gli aeroporti nazionali vennero travolti da un insolita crescita del traffico e tale incremento finì per esasperare i grossi limiti infrastrutturali dell’aeroporto di Bari, finché nel 1962 lo stesso fu dotato di un nuovo terminal, completato poco meno di tre anni dopo dall’inizio dei lavori. Contemporaneamente, si procedette anche all’ammodernamento delle relative infrastrutture di volo (la pista, i piazzali per la sosta degli aeromobili e la via di rullaggio). Al 1965 risale la realizzazione della nuova torre di controllo, che fu completata in tempi record e dotata di tutti gli accorgimenti necessari a gestire uno scalo che via via stava assumendo sempre più importanza. Verso la fine del 2011 sono stati inaugurati i nuovi lavori di ampliamento dello scalo barese, realizzati con i finanziamenti offerti dall’ENAC, dal PON Trasporti e dalla Regione Puglia. Insieme alle principali infrastrutture, è stato ampliato anche lo spazio riservato alle attività commerciali (passato da 5.400 metri quadrati agli attuali 7.200 metri quadrati). Oggi, il nuovo aeroporto di Bari Karol Wojtyla Palese può contare su un’aerostazione che occupa un’area complessiva di oltre 29 mila metri quadrati, distribuiti su cinque diversi livelli e completi di tutto l’occorrente, inclusi negozi, punti ristoro e servizi di vario genere. I flussi relativi alle partenze e agli arrivi risultano separati e situati su piani diversi. Attualmente l’aeroporto di Bari ha dimensioni ideali per accogliere un flusso pari a 3 600 000 passeggeri l’anno, con un picco di oltre 1 400 passeggeri in transito ogni ora ed un movimento degli aerei pari a 32 mila velivoli all’anno.

Distanza dell’aeroporto dal centro città
L’aeroporto pugliese prende il nome dal vicino quartiere di Palese-Macchie e sorge a soli nove chilometri dal centro di Bari, in direzione nord-ovest. Oggigiorno, grazie al necessario ampliamento della struttura realizzato a partire dal 2011, lo scalo è in grado di servire senza problemi tutta la città metropolitana di Bari, nonché le vicine provincie di Barletta-Andria-Trani, Foggia, Brindisi e Matera. Per raggiungere la città dall’aeroporto è necessario imboccare la strada provinciale 204, quindi svoltare sulla strada statale 16 e proseguire verso sud in direzione Bari.

Tutti i servizi offerti dall’aeroporto pugliese
Dal gennaio del 2010 l’aeroporto di Bari Karol Wojtyla Palese è ufficialmente diventata una delle settanta basi operative della compagnia low cost irlandese Ryanair, ad oggi una delle preferite da una crescente fetta di pubblico, grazie alla capillarità dei voli e ai costi molto contenuti degli stessi. La compagnia opera numerosi collegamenti nazionali ed internazionali per un totale di 21 destinazioni diverse, sostituendo per buona parte le rotte della ormai defunta MyAir. Inoltre, l’aeroporto pugliese ha di recente incrementato anche i voli charter ed in particolar modo quelli diretti verso le maggiori località situate nel bacino del Mediterraneo e del Mar Rosso. Bari resta una delle mete preferite nel mezzogiorno per l’arrivo dei collegamenti charter provenienti dal Nord Europa, che ogni estate portano in Puglia migliaia di turisti attratti dalle località balneari del Salento e del Gargano, nonché dalle città pugliesi e dalla vicina Matera, il cui centro storico è sede d’elezione di numerose pellicole ed è stato eletto patrimonio mondiale dell’UNESCO. Le compagnie aeree che attualmente servono l’aeroporto di Bari Karol Wojtyla Palese sono: Alitalia, Aegean, Air Berlin, Air Dolomiti, Albastar, Austrian Airlines, BH Air, Blue Air, Blue Panorama Airlines, British Airways, Easy Jet, Eurowings, Ellinair, Iberia, Lufthansa, Freebird, Meridiana Fly, Mistral Air, Luxair, Ryanair, Montenegro Airlines, Swiss Air, Transavia, Volotea, Turkish Airlines, Vueling e WizzAir. Fra i servizi aeroportuali più importanti figurano il servizio di autonoleggio (garantito da diverse agenzie, sia fisiche che online), la biglietteria, la possibilità di check-in veloce, il deposito bagagli, la presenza di scale mobili ed ascensori che collegano i vari piani della struttura, l’ufficio doganale, un pronto soccorso con tanto di para-farmacia, un ufficio postale, un bancomat, un asilo, una nursery, una cappella, alcune sale d’attesa dotate di schermi TV ed il servizio di Wi-Fi gratuito. Il parcheggio multi-piano che serve l’aeroporto è stato inaugurato nel 2005, a pochi mesi dal termine dei lavori della nuova aerostazione. È collegato a quest’ultima tramite due ponti pedonali sospesi che conducono fino al piano partenze del terminal. Il parcheggio è costituito da un grande edificio a pianta rettangolare che reca due piani fuori terra ed offre una superficie complessiva pari a 20 520 metri quadrati. I posti auto disponibili sono 749, che vanno aggiunti ai circa 2 300 posti a raso. Gli autonoleggi che prestano servizio presso l’aeroporto di Bari Karol Wojtyla Palese sono gestiti dalle agenzie Avis, Budget, Europcar, Car Italy, Locauto, Maggiore, Sixt, Sicily by car ed Hertz. Il collegamento ferroviario, invece, è garantito dalla fermata omonima, situata a pochi passi dal terminal, lungo la variante della tratta ferroviaria che unisce le città di Bari a Barletta, realizzata nel 2013. Questo servizio è assicurato dalla società regionale Ferrotramviaria.

I negozi presenti all’interno dell’aeroporto di Bari Palese
L’ampia scelta di opportunità presenti all’interno dell’aeroporto di Bari consente a chiunque abbia del tempo da occupare di potersi distrarre e divertire nella maniera più tranquilla ed economica possibile. Un caffè ed una buona lettura presso uno dei punti ristoro e librerie situate nell’area dedicata costituiscono un’ottima soluzione per trascorrere in maniera piacevole l’attesa che divide dalla partenza del proprio volo. I negozi situati poco prima dell’area controlli annoverano alcuni brand molto noti, quali: Camomilla (che si occupa di abbigliamento da donna, intimo ed accessori di moda), Montevago (commercializza meravigliosi orologi d’epoca, tanto da essere uno dei rivenditori preferiti da collezionisti ed appassionati), Mossa Gioiellieri (uno store nel quale poter acquistare gioielli e preziosi adatti ad un regalo dell’ultimo minuto), Nau Ottica, Pandora Gioielleria (altra gioielleria ideale per acquistare un regalo), 4Giveness Beachwear (abbigliamento giovane e da spiaggia, ideale per chi intende trascorrere una meraviglioso soggiorno presso una delle imperdibili località della Puglia), Relay (edicola, souvenir, articoli da regalo, giocattoli, elettronica, articoli da viaggio e libri), Traveller’s World Duty Free (presso il quale acquistare tutto ciò di cui un viaggiatore può aver bisogno), Nabu (pelletteria e bigiotteria), Marina Militare (abbigliamento per uomo, donna e bambino) e Giunti al Punto (libreria, edicola e tabacchi nella quale acquistare una rivista, un quotidiano o un buon libro per una lettura piacevole e rilassante). In aeroporto non manca il servizio ristorazione, gestito e garantito da alcuni corner food di qualità, come Briciole, punto ristoro che funge anche da edicola e tabacchi, De Canto, un wine bar nel quale staccare la spina dalla routine quotidiana e abbandonarsi a qualche minuto di piacere, e Bernardi, libreria, cioccolateria e caffetteria, ideale per una sosta rigenerante adatta soprattutto ai più golosi, oltre che per una rapida lettura. Per finire, è importante segnalare anche la presenza di un’hamburgeria (Homeburger) che serve autentiche delizie, capaci di conquistare anche il palato più incontentabile, di un simpatico e fornitissimo chiosco Peroni, del bar e tavola calda Chef-Express e di alcuni corner food che si occupano principalmente dei sapori tradizionali pugliesi, fra cui: La Trulleria, Ristorazione Tipica Pugliese; N-Derrè a la Lanze, ristorazione tipica pugliese; la Bottega dei Sapori, prodotti enogastronomici tipici, appartenenti alla tradizione regionale.

In caso di ritardi o cancellazioni, si può chiedere un rimborso per volo in ritardo o un rimborso per volo cancellato in maniera semplice e gratuita, contattando i nostri esperti al 342/1031477, inviando una mail a info@easyrimborso.it  o compilando il nostro modulo contatti in home page per essere richiamati entro 24 ore.

<- Torna su Aeroporti Italiani