8 Agosto, le cancellazioni dei voli di giornata

Cancellati svariati voli l'8 Agosto 2018

DI SEGUITO L’ELENCO DEI VOLI IN PARTENZA DAGLI AEROPORTI ITALIANI CANCELLATI IERI

Che il mese di Agosto fosse un mese “caldo” anche per i disservizi aerei ce lo immaginavamo già. In questo articolo potrete trovare i voli cancellati o in ritardo nella giornata di ieri, mercoledì 8 Agosto 2018:
  1. Venezia – San Francisco operato da Delta Airlines, volo DL475: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 13:20 e 16:50. Volo cancellato;
  2. Roma Fiumicino – Alicante operato da Vueling, volo VY1367: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 23:20 e 01:35. Volo cancellato;
  3. Milano Malpensa – Barcellona operato da Vueling, volo VY6339: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 14:10 e 15:45. Volo cancellato;
  4. Bergamo – Brema operato da Ryanair, volo FR5217: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 13:40 e 15:25. Volo cancellato;
  5. Bologna – Monaco di Baviera operato da Air Dolomiti, volo LH9483: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 13:35 e 14:40. Volo cancellato;
  6. Catania – Verona operato da Volotea, volo VOE1740: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 08:55 e 10:40. Volo cancellato;
  7. Catania – Venezia operato da Volotea, volo VOE1261: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 11:30 e 13:25. Volo Cancellato;
  8. Catania – Venezia operato da Volotea, volo VOE1261: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 11:30 e 13:15. Volo cancellato;
  9. Firenze – Francoforte operato da Air Dolomiti, volo LH317: partenza e arrivo rispettivamente previsti per le ore 18:55 e 20:30. Volo cancellato.

 

 

VOLO CANCELLATO? PRENDITI IL RIMBORSO

Tutti i passeggeri in possesso di un biglietto per uno dei voli sopra indicati hanno il diritto a richiedere la compensazione pecuniaria in base al Regolamento Comunitario 261/2004 detto “dei diritti dei viaggiatori”. In base a questa legge comunitaria, per i voli cancellati e con ritardi eccedenti le 3 ore è previsto un rimborso forfettario di € 250,00 (Compensazione Pecuniaria)

 

 

COME OTTENERE IL RIMBORSO

Far valere i propri diritti e ottenere il meritato risarcimento per disagi causati dalle compagnie aeree è semplice, e lo è ancor di più per i passeggeri che decidono di affidarsi a EasyRimborso. Sarà sufficiente contattarci al 3421031477 o inviando un’email a info@easyrimborso.it. I nostri legali saranno a vostra disposizione nell’istruzione e nella gestione della vostra pratica.

 

 

COME AGIRE PER ESSERE RISARCITI

Una volta contattato il nostro servizio clienti, l’ultima cosa che vi verrà chiesta è quella di inviare via email quanto segue:
  1. Copia della carta d’imbarco;
  2. Copia di un documento d’identità;
  3. Sintesi di quanto accaduto.
Saremo lieti di farvi ottenere quanto vi spetta per legge.

 

 

LA TUA COMPENSAZIONE PECUNIARIA NON HA COSTI

Chiunque volesse usufruire dei servizi di EasyRimborso deve sapere che questi saranno sempre gratuiti per i passeggeri, e che le loro pratiche verranno affidate a legali competenti in materia con esperienza maturata sul campo. Precisiamo che nessun costo sarà mai addebitato ai viaggiatori anche nell’eventualità in cui la pratica risarcitoria dovesse essere respinta.
Un ulteriore vantaggio nel rivolgersi a EasyRimborso sta nella possibilità di poter visionare in qualsiasi momento lo stato di avanzamento della propria pratica sul sito www.easyrimborso.it.

 

 

RIVOLGITI ALLA COMPAGNIA

È altresì possibile fare richiesta di risarcimento in maniera autonoma direttamente alla compagnia che ha generato il disagio.
In questo caso va sottolineato che:
  1. le compagnie non forniscono dati relativi alle tempistiche per ottenere il rimborso;
  2. le compagnie non danno la tracciabilità della richiesta di risarcimento, rendendo praticamente impossibile l’individuazione dei progressi della stessa;
  3. una volta avviata la richiesta di rimborso direttamente con al compagnia aerea, non sarà più possibile affidarsi ad EasyRimborso per la medesima pratica. Questo per una questione di pura etica professionale.

 

 

 

 

Autore articolo